ACQUISTI ZEROWASTE ♻️ E MINIMALISTI 🌀 PER NEONATO 🐣

pannolini lavabili, eco famiglia, zero waste, plastic free, minimalisti, minimalist, eco, sostenibile, riuso, riciclo, sostenibile, famiglia, mama rainbow, bambini, neonati, acquisti, must have,

Visto che ho avuto il mio terzo bambino, ho pensato di scrivere questo aggiornamento sugli eco acquisti per un neonato (vedi articolo precedente). Il mondo degli acquisti e dei consumi ci propone un elenco infinito di prodotti da acquistare, e lo fa in maniera assillante: per esempio ho scaricato una app sul mio telefono per avere sottocchio le settimane di gravidanza, e posso garantirvi che GIORNALMENTE mi arrivavano notifiche su “cosa comprare e come fare la lista nascita”… fin dalle prime settimane di gravidanza fino all’ultimo giorno ha continuato così! Non ho mai aperto la notifica, ma immagino che la lista fosse pressoché infinita…. o quantomeno molto ricca di prodotti. La maggior parte di esse sono inutili, quello che invece dovrebbero dirci ed aiutarci a capire, in modo da essere un po’ preparati, è che quando nasce un bambino inizia il quarto trimestre: l’esogestazione. Un bambino, ed in particolare un neonato ha bisogno di PRESENZA, CONTENIMENTO e AMORE. Avrà bisogno delle nostre braccia, la nostra schiena, il nostro latte, la nostra pazienza, la nostra forza. Necessiterà di noi h24, sarà un lavoro impegnativo e a tratti sfiancante, ma è tutto ciò che gli serve e che serve a noi per proseguire il nostro cammino insieme. Inoltre è una fase, passa in fretta, come tutto!

Procediamo per passi. Ecco i miei must have in gravidanza:

  • libri di pedagogia, puericultura, parto e allattamento da leggere mentre attendiamo l’arrivo del nostro bambino. Ci aiuteranno ad arrivare al momento-intenso- dei primi mesi di vita con uno spirito un po’ più preparato che ci aiuterà a comprendere meglio e soprattutto a contestualizzare ciò che starà succedendo, facendoci uscire da quegli schemi malsani indotti dalla società o da una educazione “vecchia”. Potete trovare alcuni tra i miei libri preferiti qui cliccando sulle caselle di riferimento.
  • olio di mandorle e/o sesamo a cui aggiungere alcune gocce di olio essenziale di lavanda e arancia , due essenze che aiutano ad armonizzare e a rilassare mente e corpo.
  • qualche massaggio ayurvedico da fare presso un terapeuta capace con il quale rilassarci e coccolarci di tanto in tanto durante i nove mesi.
  • una doula, una ostetrica, o una figura di riferimento con cui affrontare i temi della gravidanza, del parto e del post parto con serenità e armonia; una persona che ci possa aiutare ed essere di supporto in questo percorso meraviglioso e stravolgente.
  • delle meditazioni guidate da fare a casa con o senza partner durante la gravidanza per entrare in contatto con il nostro io più profondo e con il nostro bambino. Io ho usato questo, comprato durante la prima gravidanza con Mete ed utilizzato per tutte e tre.

E poi, e poi arriva il nostro bambino! E che cosa gli servirà? Più di tutto, la nostra presenza. E a noi cosa servirà? Più di tutto, il supporto di chi ci ama, affinché possiamo avere le forze e le energie necessarie a prenderci cura h24 di questa piccola creatura. Ci potranno anche servire alcune cose materiali, ecco qui la mia minima-lista di prodotti must have ecofriendly :

  • Pannolini lavabili. Puoi leggere i miei post precedenti qui e qui. Aggiungo alcune novità, ovvero per la nascita di Alma ho comprato un nuovo prodotto pop-in ovvero il modello newborn. Un pacco con 10 assorbenti e 6 cover che vanno bene dai 2.5 ai 5 kg. Se avete letto i miei post precedente o se mi seguite su instagram sapete che ho sempre usato i popin classici fin dalla nascita per i miei figli, con il fatto che si può regolare la misura si può fare. Però che dire, poter usare dei pannolini un po’ meno ingombranti nelle prime settimane dopo la nascita, quando il bambino è ancora piuttosto piccolo è davvero bello! Questi newborn sono ottimi, forse 10 assorbenti sono un po’ pochi per la quantità di cacca e pipì e dunque di cambi necessari al bambino, a meno che non facciate una lavatrice al giorno, ma io per esempio ci inserisco anche altri assorbenti di pannolini pocket che uso per Rumi. Inoltre ho comprato dei BumGenius usati e devo dire che sono i miglior pannolini di sempre: hanno un prezzo molto elevato ma se tornassi indietro rinuncerei ad altri per comprare di più di questi: estremamente morbidi, con i bottoncini, vestono bene fin dal newborn e soprattutto mi hanno colpito per la morbidezza e la capacità assorbente nonché di non far fuoriuscire nulla (ho un modello pocket e un all in one).
  • Per i primi giorni di vita, vi suggerisco di comprare dei pannolini usa e getta ecologici. Anche se farete il parto in casa etc, per i giorni del meconio sono la scelta migliore, poiché è una cacca davvero ostica non vale la pena di sporcare i lavabili, meglio usare dei pannolini compostabili per due tre giorni.
  • Per pulire il culetto durante i cambi pannolino utilizziamo invece delle salviettine riutilizzabili in cotone, alcune in mussola altre in spugna. Riempiamo poi uno spruzzino con dell’acqua e qualche goccia di detergente delicato e lo teniamo vicino al fasciatoio. Al momento del cambio prendiamo una salvietta, la bagniamo con lo spruzzino e puliamo il bambino, dopo di che lo mettiamo nella wet bag insieme ai pannolini da lavare.
  • Confermo il mio amore per gli swaddle: multitasking, comodi, morbidi e pratici, li ho utilizzati e li utilizzo a tutt’oggi per mille diverse occasioni. Dal newborn wrapping, a lenzuolino da mettere nell’ovetto o nella cesta (o carrozzina se l’avete); per non fare sudare la loro testolina sul vostro braccio se siete nel periodo estivo e dovete allattare; da mettere sotto il loro corpo per cambi pannolini improvvisati quando siete in giro; per proteggerli al mare senza farli morire di caldo; per pulirli da rigurgiti etc con quelli più piccoli ed infine, con quelli grandi, quest’anno li sto utilizzando come lenzuola/coperte estive nei lettini dei miei due bambini più grandi (3 anni e 22 mesi). Ho due swaddle da 120×120 a testa per ogni figlio e due piccoli che ho usato a rotazione per tutti. Il migliore è quello della Milkbarn modello balena . Super morbido, non si ne rovinato ne si è rovinata la sua morbidezza nel tempo, davvero un acquisto fantastico. Poi ne ho 4 della Lupilu Pure Collection un brand che fa prodotti di cotone biologico venduto alla Lidl. Poi ho i 2 piccolini della Frugi.
  • dell’amido di riso per il bagnetto.
  • L’ Ergobaby (noi abbiamo il 360) si conferma il nostro migliore amico. Inoltre quest’anno abbiamo fatto un super upgrade. Di solito nei primi tre mesi di vita usavamo la fascia, però quest’anno complice il caldo e soprattutto la mancanza anche di quei 5 minuti che sono necessari a indossare la fascia avendo tre piccoli nani, abbiamo comprato il riduttore per neonati da aggiungere al nostro marsupio. Si è rivelato perfetto! Li trovati nuovi o usati e sono davvero un ottimo acquisto se non avete le condizioni necessarie all’utilizzo della fascia. Il nostro Ergobaby ha tre anni di massiccio utilizzo e finora non ha fatto una piega, noi lo adoriamo!
  • Come mamma ho sempre avuto la necessità di un tiralatte soprattutto nei primi giorni di produzione…. vi suggerisco di comprarne uno manuale e poi vedere come evolve la cosa. In ogni caso è bene averlo perché potrebbe salvarvi da dolori e possibili ingorghi. Io ne ho uno usato della Chicco, inoltre vi suggerisco di comprare questo o un prodotto simile per i capezzoli, anche se non avete ragadi (io non le ho) va molto bene per capezzoli secchi, doloranti e stressati dall’allattamento. Ormai lo uso da tre anni e lo trovo perfetto per le prime settimane di allattamento.
  • Per i primi mesi noi non sentiamo la necessità di avere una carrozzina… se e quando capita utilizziamo le ruote del nostro ultracentenario ovetto comprato usato (vedi post precedente) e lo trasformiamo in passeggino (ma il marsupio è sempre la scelta più comoda).
  • Per i vestiti noi siamo super riciclo family. O vengono in dono da famigliari e amici che hanno figli ormai grandi oppure abbiamo acquistato al mercato dell’usato. Ormai tutta la famiglia veste second hand, a parte qualche acquisto sporadico , soprattutto come scelta sostenibile, perché l’abbigliamento inquina moltissimo (vedi qui ). Per cui soprattutto per il neonato usiamo ciò che era dei figli arrivati prima di lui/lei e altri vestiti di seconda mano. Con Alma mi sono un po’ lasciata prendere la mano… ma sempre al mercato dell’usato 😅.
  • Con questa nuova bambina abbiamo anche avuto necessità di comprare una nuova sdraietta perché quella che avevamo (sempre di seconda mano) si era rovinata durante il trasloco. Così abbiamo preso questa sdraietta sempre di seconda mano, anche se praticamente è nuova. Non è che la usiamo tantissimo, ma a volte è comoda per poter appoggiare il bambino soprattutto mentre ceniamo così può stare con noi senza spaccarci la schiena (ma tanto 3 volte su 5 la allatto mentre mangio). Devo dire che questo prodotto mi soddisfa molto, è bella, discreta (senza luci, batterie, dondoli, peluche e orpelli plasticosi vari) e soprattutto ergonomica.
  • Ho inoltre comprato un altro cuscino allattamento (sempre usato) perché il mio precedente si è rovinato anch’esso col trasloco… Ne ho preso uno meno figo in quanto non è in pula di farro o cotone bio ma in zona ho trovato questo e fa comunque il suo lavoro.
  • Come fasciatoio ho fatto io un fasciatoio ridipingendo un vecchio cestino e cucendo un cuscino riempito poi con pula di farro bio. Sono molto soddisfatta ed è molto bello anche da vedere. Se non avete modo di farlo, potete acquistarli su Etsy, vedi qui.
  • Stiamo ancora usando la TummyTube che abbiamo da quando è nato Mete e che confermo esser un ottimo prodotto per fare il bagnetto ai neonati, lo adorano sempre! Nessuno dei miei figli ha mai protestato durante il bagnetto, anzi di solito piangono quando li tiriamo fuori. Anche questa potrete acquistarla usata, se vorrete.

Ecco queste son le cose che ritengo essenziali per un bebè , per la mia esperienza. Ogni genitore potrà poi trovare i propri equilibri e i propri prodotti must, spero che questa lista possa ispirarvi ed aiutarvi nel vostro percorso di genitori eco- minimalisti! ♻️ Ricordate che “don’t refuse, to Reuse” è una buona regola di base con la quale ragionare su ciò che ci serve, o meglio ancora su ciò che NON ci serve. Noi non abbiamo : ciucci, portaciucci, doudou, biberon, tettarelle, carrozzine, carillon, giostrine, peluche vari, creme, scarpine, culla, lettino, borsa fasciatoio, borsa per cose del bebè per quando si va in giro (metto l’essenziale nella mia borsa o nello zainetto- ovvero qualche pannolino, qualche salvietta, lo spray, un body), paracolpi per lettino, umidificatore, robot per pappe neonati, angel care (piastre da mettere sotto il bambino nel lettino per sentire se smette di respirare- noi pratichiamo il co sleeping, leggi qui ), baby monitor, termometro per il bagnetto e potrei continuare per un po’. Non sto dicendo che questo debba andare bene per tutti, ne che la nostra sia la scelta migliore, questo è quello che funziona per noi e spero solo che possa aiutarvi a valutare in modo diverso eventuali necessità con l’arrivo del vostro bambino!

Rainbow Hug 🌈 24-09-2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.